sabato 2 febbraio 2008

Lucca, 29 Febbraio, inaugurazione della prima mostra a fumetti.La storia di Michele Puccini, fratello di Giacomo illustrata da Sergio Tisselli




LUCCA - Ancora pochi giorni e il programma delle mostre organizzate dal Museo del Fumetto di Lucca sarà definitivamente ufficializzato. In attesa della presentazione degli eventi in programma nel secondo semestre, che avverrà molto probabilmente la prossima settimana, possiamo anticipare la data d'inaugurazione della prima mostra: "Visioni di Lucca nel fumetto" aprirà al pubblico venerdì 29 febbraio. Sede è il Museo del Fumetto, che invece avrebbe dovuto ospitare le mostre dedicate al west. Affidato al maestro Sergio Toppi il compito di illustrare la storia argentina di Giacomo Puccini.
Manca circa un mese all'inaugurazione della prima mostra delle oltre trenta organizzate per il 2008 dal Museo del Fumetto di Lucca. Il titolo ufficiale dell'esposizione è "Visioni di Lucca nel fumetto" e non "Quando Lucca diventò un fumetto" com'era stato annunciato in precedenza. Il progetto prevede l'allestimento di tavole originali di storie ambientate in città. Una mostra itinerante, questa, che sarà poi esposta in tutte le sedi dell'associazione Lucchesi nel Mondo. Lucca farà da sfondo a personaggi come Dago, Martin Mystère e Topolino (sette le sezioni che andranno a comporla). Di Dago saranno in mostra le tavole (già parzialmente esposte in questi mesi al Museo del Fumetto) del numero 51, "Il sapore amaro della vendetta", di Wood e Gomez. "Devo riconoscere" dichiarò Carlos Gomez in un'intervista pubblicata sul numero 22 di Orizzonti (2003) "che tra le storie che ho illustrato, quelle più complesse sono ambientate in Italia e sono quella del Sacco di Roma e di Lucca nel 1500". La stessa storia in cui appare un grande omaggio all'ex direttore di Lucca Comics & Games Stefano Beani.

La settimana prima di Pasqua (presumibilmente il 15 o 16 marzo) saranno invece inaugurate le prime sezioni del
"West visto dai grandi fumettisti". Le mostre dedicate al west occuperanno per intero tre piani di Palazzo Guinigi. Saranno esposti originali (molti dei quali inediti) di Hugo Pratt, Dino Battaglia, Sergio Toppi, Renzo Calegari, Giovanni Ticci, Paolo Eleuteri Serpieri, Ivo Milazzo, Sergio Tisselli, Ron Embleton, Carlos Gomes e Juan Zanotto.

A partire da marzo, invece, saranno esposte le prime 12 tavole e gli storyboard degli emigranti lucchesi (da Giacomo Puccini a John Martin) protagonisti di una storia a fumetti sceneggiata da Angelo Nencetti e tratta da
"Diari illustrati senza eroi" (una collana che si inaugura in questa occasione ma che proseguirà anche in futuro con nuove proposte editoriali). La mostra, in accordo col Comune di Lucca, resterà in esposizione a Palazzo Guinigi per tutto il periodo delle celebrazioni pucciniane. Sapevamo che a disegnarla sarebbero stati quattro grandi maestri del fumetto italiano (Sergio Toppi, Sergio Tisselli, Giovanni Ticci e Renzo Calegari). Ora però si aggiungono nuovi elementi. Il lavoro, infatti, è stato commissionato: il compito di illustrare le cinque tavole a colori con Giacomo Puccini sarà affidato al Toppi; la storia di Michele Puccini, fratello di Giacomo, e tutte le intercalazioni saranno opera di Tisselli; Ticci illustrerà le lettere e i feedback mentre Calegari disegnerà in dodici tavole l'avventura del trombettiere John Martin, emigrante lucchese al servizio di Custer.


Nero China: Museo del fumetto del 01/o2/2008 di Gianluca Testa www.loschermo.it

2 commenti:

Maria ha detto...

....questo blog mi piace!Sarebbe carino, visto che sono un'appassionata di fumetti, creassi spazi anche per altri fumettisti anche se Sergio Tisselli è sicuramente uno dei miei preferiti.

Loredana ha detto...

...cara Maria, sarà mia cura accontentarti e nel cassetto c'è già qualcosa per te. Grazie del commento.