martedì 29 gennaio 2008

Vito Rorro " DALLA FOCE AL PORTO"



CLICCA QUI' PER ASCOLTARE IL BRANO MUSICALE



in memoria di Carlo Giuliani


GUARDA IL MONDO COI MIEI OCCHI VAI NEL MONDO COI MIEI PIEDI
AMA IL MONDO COL MIO CUORE PORTA AL MONDO LA MIA VITA

PRENDI IN MANO LA MIA STORIA PRIMA CHE SIA NEBBIA E STATO
QUANDO CI SARA’ VITTORIA IO SARO’ TRA CHI HA CREDUTO

QUANTI FIORI E QUANTI AMORI HO INCONTRATO PER LE STRADE
QUANTI SOGNI HO RESPIRATO QUANTI NON LI HO MAI CONTATI

IO LI HO VISTI RIFIORIRE QUANDO A GENOVA C’E’ IL SOLE
MI SON DETTO IN QUESTO GIORNO E’ IMPOSSIBILE MORIRE
E’ IMPOSSIBILE MORIRE E ‘ IMPOSSIBILE MORIRE

LA BRUTALITA’ SULLA MIA PELLE
NUOVA LIBERTA’ CHE SALE SALE SALE EH…

SOTTO I GRANDI RIFLETTORI LE SPERANZE PER IL MONDO
OTTO GRANDI INCANTATORI E UN RIGURGITO PROFONDO

POLIZIA CHE STA FUMANDO E ALLACCIANDOSI I BOTTONI
POLIZIA CHE QUANDO E’ NOTTE NON SI TENGONO RIUNIONI

MA I RAGAZZI DI CORTEO CHE SI STRINGONO LA MANO
HANNO ZOCCOLI E CANZONI PER ANDARE PIU’ LONTANO

IO LI HO VISTI RIFIORIRE QUANDO A GENOVA C’E’ IL SOLE
MI SON DETTO IN QUESTO GIORNO E’ IMPOSSIBILE SUBIRE ..
E’ IMPOSSIBILE SOFFRIRE .. E’ IMPOSSIBILE FALLIRE ..

LA BRUTALITA’ SULLA MIA PELLE
NOVA LIBERTA’ CHE SALE SALE SALE EH..

GUARDA IL MONDO COI MIEI OCCHI RUBA AL MONDO IL TUO FUTURO
PERCHE’ CIO’ CHE NOI NON SIAMO E’ CIO’ CHE NOI NON VOGLIAMO

Vito Rorro



NB : Questo blog non ha indirizzi politici. Proprio per tale motivo verranno rispettati tutti gli autori senza discriminazione alcuna. Lory

Note dell'autore al testo: "Dalla foce al porto" è il testo di una ballata che compare su un CD dal titolo "Carlo Giuliani ragazzo". Cantato e suonato da me in compagnia di Majda Guerzoni (amica e collega di lavoro a Bologna). Evoca i pensieri di Carlo, un ragazzo nel pieno della luce, rimasto ucciso in un triste giorno a Genova. La sua storia ha colpito e scosso molte coscienze, forse non ancora tutte quelle necessarie e la sua triste storia ha viaggiato in tutto il mondo. Dalla Foce (luogo genovese) al Porto Alegre (Brasile), appunto come dice il titolo.
Nasce da un'insolita richiesta di suo padre Giuliano Giuliani che in occasione di un incontro congressuale invitava a scrivere una canzone citando i versi di una poesia di Montale "Ossi di seppia" che termina dicendo...ciò che noi non siamo è ciò che noi non vogliamo essere.
Due ore dopo nasceva Dalla Foce al porto.







9 commenti:

Marco ha detto...

Conoscevo già questo brano e per fare un commento devo sforzarmi di valutare la musica scindendola dal testo che non può non essere considerato "politico"e quindi perlomeno fuorviante e discutibile. Sono riuscito a farlo e devo dire che ho apprezzato!

Vito Rorro ha detto...

Ciao Marco, grazie per il commento fatto e per la valutazione su questo (per me) particolare brano.

Grazie anche per averlo fatto senza pregiudizi.

Con simpatia Vito

Lucia del Tauro ha detto...

Sono di parte e questo brano, oltre ad averne apprezzato la musicalità mi piace come contenuto.Entro spesso in questo sito...quando ne metterai altri?
Io suono la chitarra ma sono una dilettante! Aspetto i prossimi. Ciao e complimenti

vito rorro ha detto...

Ciao Lucia, grazie per le tue parole. Il complimento più bello che potevi farmi e quello di richiedere altri brani.

Ne ho pronti degli altri e mi piacerebbe inserirli ... ma l'operazione richiede una procedura complessa e faticosa. Siamo nelle mani della Lory che coordina il blog. Penso che ci stia lavorando. Alla peggio ti invierò degli mp3 se vorrai. Ciao Vito

Loredana ha detto...

Cara Lucia, presto potrai sentire altri brani di Vito anche se come dice lui è una procedura complessa in quanto i blog non accettano musica ma solo video...Ora non ti stò a spiegare di più. Appena avrò tempo( ma tempo ne ho poco!)mi metterò al lavoro."Alla peggio" ti saranno inviati degli mp3 da Vito!
Se hai tempo dai un'occhiata anche agli altri artisti che sicuramente meritano attenzione.
con simpatia Loredana

filo ha detto...

Ciao Lory, complimenti!
Un blog davvero elegante e raffinato.
Vito, che emozione leggere i testi delle tue bellissime canzoni! Che possono nascere solo da una sottile sensibilità come la tua. Sono certa che Lory riuscirà prestissimo a inserire nel blog anche i brani musicali.
Continuate così. Un bacio.
Filo

Loredana ha detto...

Ho letto solo ora il tuo commento cara Filomena. Sono felice di risentirti e sarei contenta di rivederti dopo tanti anni. Il tuo fratellino è speciale e riesce a dare musica e poesia al blog. Ti abbraccio e spero che ogni tanto cliccherai ancora su questo sito. Anzi mettilo fra i preferiti così fai prima.

Anonimo ha detto...

a monteverde non c é piu libertà help

carmine ha detto...

Grazie Vito, ho ascoltato il brano e devo dire che mi è piaciuto; mi è piaciuta la musica e anche il testo.
Grazie ancora per la magnifica serata dedicata a De Andrè questa estate a Monteverde, una serata magica in un contesto.... magico dove i sentimenti e i ricordi la facevano da padrone.
Cordialmente Carmine Perna